• Jewels

Oreficeria in forte recupero, nel primo semestre supera i livelli pre-crisi (+8%)

Intesa Sp, "Usa motore della ripresa, tra i distretti Arezzo e Vicenza in spolvero"

In deciso recupero il settore orafo italiano che sta dimostrando di saper cogliere le occasioni di ripresa, mentre la domanda mondiale di gioielli in oro consolida nel secondo trimestre (+60%) il rimbalzo già registrato nei primi tre mesi del 2021 (+54%). In Italia l'incremento è dell'80% nel primo semestre rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e già dell’8% superiore rispetto allo stesso periodo del 2019. Anche le esportazioni italiane di gioielli in oro hanno recuperato i livelli pre-crisi sia in quantità (+3,6%), sia in valore (+0,4%), grazie soprattutto al traino degli Stati Uniti, tornati ad essere uno dei motori della crescita del settore. E proprio gli Usa mostrano un netto recupero rispetto anche al 2019 (+69% in valori, +37% in quantità). E' quanto emerge dal recente report a cura della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo dedicata al comparto a firma di Stefania Trenti e Sara Giusti.

Abbonati a Luxury & Finance per continuare a leggere l'articolo
Banner-Adv
Banner-Adv