• Jewels
  • Sustainability

Economia circolare, entro il 2025 tutti i gioielli Pandora saranno in oro e argento riciclato

Entro il 2025 tutti i gioielli Pandora saranno realizzati in oro e argento riciclato. Questo ridurrà le emissioni di carbonio di due terzi per l'argento e di oltre il 99% per l'oro. "L'argento e l'oro sono bellissimi materiali per gioielli che possono essere riciclati senza che perdano in qualità" ha detto il Ceo Alexander Lacik. "I metalli estratti secoli fa sono come nuovi. Non si appanneranno mai e non si decomporranno mai. Vogliamo contribuire a sviluppare un modo più responsabile di creare un lusso a prezzi accessibili, come i nostri gioielli. Vogliamo fare la nostra parte per costruire un'economia più circolare". Oggi, il 71% dell'argento e dell'oro dei gioielli di Pandora proviene da fonti riciclate.

"La necessità di pratiche commerciali sostenibili sta diventando sempre più importante e le aziende devono fare la loro parte in risposta alla crisi climatica e all'esaurimento delle risorse naturali. Per molti anni, Pandora ha utilizzato metalli riciclati nei progetti. Ora siamo pronti a fare il passo successivo e a smettere del tutto di usare l'argento e l'oro estratti. Questo è un impegno significativo che sarà migliore per l'ambiente e renderà i nostri gioielli più sostenibili", ha aggiunto Lacik. 

L'argento è il materiale più utilizzato nei gioielli Pandora, rappresenta oltre la metà di tutti i materiali di prodotto acquistati, misurati in peso. Pandora utilizza anche volumi più piccoli di oro, palladio, rame e pietre artificiali come i nanocristalli e lo zircone. La decisione di utilizzare solo argento e oro riciclati riguarda anche i grani, i semilavorati come le catene. La decisione di utilizzare metalli preziosi riciclati segue gli ambiziosi obiettivi di decarbonizzazione di Pandora annunciati a gennaio. Nel 2020, Pandora si procurerà il 100% di energia elettrica rinnovabile nei suoi due stabilimenti di produzione di gioielli in Thailandia, ed entro il 2025 l'azienda sarà carbon neutral in tutte le sue attività. 

Nella foto: il Ceo Alexander Lacik

Abbonati a Luxury & Finance per continuare a leggere l'articolo