• Fashion
  • Sustainability

Ferragamo rafforza impegno contro gas serra, definiti obiettivi al 2029

Ferruccio Ferragamo, "impegno sfidante che ci rende orgogliosi"

Ridurre del 42% le emissioni GHG (gas serra) assolute dello Scope 1 e Scope 2 entro il 2029 rispetto al 2019; ridurre del 42% le emissioni GHG assolute dello Scope 3 derivanti dall’acquisto di beni e servizi e dal trasporto e distribuzione a valle entro il 2029 rispetto al 2019. Questi i target che Salvatore Ferragamo ha definito per la riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra. La maison ha anche ottenuto l’approvazione da parte della Science Based Targets initiative, che li ha giudicati coerenti con le azioni necessarie per raggiungere il più ambizioso degli obiettivi dell’Accordo di Parigi: contenere il riscaldamento climatico a 1.5°C. "Operare responsabilmente significa essere consapevoli dell’impatto della propria attività e di conseguenza lavorare per trovare soluzioni serie e innovative per mitigarli – ha commentato Ferruccio Ferragamo, presidente della Salvatore Ferragamo. - L’adozione di obiettivi quantitativi per la riduzione della nostra impronta climatica rappresenta un impegno sfidante, che ci rende concreti e orgogliosi di aver intrapreso questa strada".

Promossa da Carbon Disclosure Project (Cdp), UN Global Compact (Uhgc), World Resource Institute (Wri) e dal World Wide Fund for Nature (Wwf), la Science Based Targets initiative stabilisce e promuove le best-practice nella definizione dei science-based target, oltre a valutare gli obiettivi delle aziende. I science-based targets adottati dalla società rafforzano il percorso che Salvatore Ferragamo ha intrapreso negli anni per la sostenibilità e che recentemente ha visto la realizzazione di importanti iniziative fra le quali il progetto Sustainable Thinking, l’adesione al Fashion Pact e la certificazione Silver SI Rating.

Abbonati a Luxury & Finance per continuare a leggere l'articolo