• Economy

In calo azionariato europeo, a Milano in difficoltà bancari e lusso

Viaggiano in territorio negativo le piazze finanziarie europee sugli annunci di nuove misure restrittive per il contenimento del coronavirus, Italia compresa con il varo del nuovo Dpcm. I mercati mostrano di non sapere bene che direzione prendere. Milano cede lo 0,47%, Parigi -0,52%, Francoforte -0,43%, Londra -0,44%. In particolare, a Piazza Affari colpito il comparto bancario: finisce in asta di volatilità Bpm con un calo teorico del 5,15%; Bper cede il 2,26%, banco Bpm perde l'1,99%, Banca Mediolanum -1,52%, Unicredit -1,32%. Negativa Diasorin -1,36% e Leonardo -2,36%. In generale misto il settore industriale: Pirelli perde l'1,36%, Fca -0,94%. Buzzi Unicem +1,05%, Cnh Industrial +0,99%, Atlantia +0,41%. profondo rosso per Autogrill che perde l'8%. Per quanto riguarda il comparto del lusso: in rosso Aeffe che cede lo 0,58%, Tod's lascia sul parterre l'1,47%, Ovs -3,04%, Moncler -0,97%, Brunello Cucinelli -0,58%, Salvatore Ferragamo in controtendenza avanza dello 0,75%. 

Abbonati a Luxury & Finance per continuare a leggere l'articolo