• Wines & Spirits

Due nuovi vini nel portafoglio di Masi Agricola

I Lugana DOC Lunatio e Beldosso

Due nuovi vini nel portafoglio Masi: i Lugana DOC Lunatio e Beldosso, versione 'ecologica' di una delle denominazioni caratteristiche dell’area del Garda. Con questa novità l’azienda accresce la gamma di vini bianchi, posizionati nel settore premium. Lunatio Lugana DOC 2019 e Beldosso Lugana DOC 2018 interpretano con lo stile contemporaneo della cantina Masi un grande classico della scuola vitivinicola veronese, il Lugana DOC, prodotto con le tradizionali uve Trebbiano in vigneti selezionati, nella zona storica di produzione che si estende sulle dolci colline a sud del Garda, tra le province di Verona e Brescia. “Sono entrambi vini biologici, da uve coltivate nel segno della sostenibilità, seguendo il protocollo del Progetto “Uve di qualità” del Gruppo Tecnico Masi, che da sempre pone massima attenzione al rispetto del territorio e dell’ambiente, nel segno della nostra cultura e della filosofia Masi Green”, precisa Raffaele Boscaini, Coordinatore del Gtm. 

"In questa fase così complessa e delicata per il nostro Paese è fondamentale - sottolinea l'ad Federico Girotto -  continuare a presidiare i mercati e dare segnali di continuità dell’attività delle nostre imprese. Siamo fortunati che proprio in questo momento Masi possa presentare i suoi due Lugana, progettati dal Gruppo Tecnico per essere rispettosi della tradizione e contemporanei per sensibilità ecologica e qualitativa. Masi è conosciuta in tutto il mondo per l’eccellenza dei suoi vini rossi, in primis l’Amarone, ma oggi siamo orgogliosi di annunciare il potenziamento della nostra offerta con due significativi nuovi bianchi, che si vanno ad aggiungere alle altre grandi espressioni di vini bianchi delle Venezie, dai nostri vigneti in Trentino, Veneto e Friuli”.

 

 

Abbonati a Luxury & Finance per continuare a leggere l'articolo