• Wines & Spirits

Masi Agricola, Vineyard Brands nuovo importatore esclusivo del marchio Serego Alighieri negli Usa

Vineyard Brands, azienda specialista di vini premium e ultrapremium, dal primo gennaio scorso, importa negli Usa i vini a marchio Serego Alighieri prodotti da Masi Agricola, società quotata nell’Aim Italia e leading Amarone producer, Situate nel cuore della Valpolicella Classica, le Possessioni Serego Alighieri (vedi articolo pubblicato su Luxury&Finance) vantano una lunga tradizione culturale e vitivinicola, che risale a più di 650 anni fa, rimanendo sempre di proprietà dei Conti Serego Alighieri. Producono solo vini di alta qualità - tra cui Amarone, Valpolicella e Recioto - che ne fanno una delle più prestigiose aziende vinicole del Veneto e un’eccellenza italiana, riconosciuta nel mondo e il cui Amarone, il noto Vaio Armaron, è stato classificato da Wine Spectator tra i 10 più prestigiosi vini al mondo.

"Grazie a Vineyard Brands, alla sua consolidata expertise e al suo focus solo su vini premium e ultrapremium potremo rafforzare il posizionamento e sviluppare la penetrazione del marchio Serego Alighieri nel mercato americano, con un lavoro di segmentazione pianificato, preciso e metodico. Quello tra Serego Alighieri e Vineyard Brands è un connubio perfetto” ha commentato Federico Girotto, amministratore delegato di Masi Agricola. Vineyard Brands è un importatore di fine wines operante in tutti gli Stati Uniti, che rappresenta oltre 85 marchi di vini dei più importanti Paesi vinicoli, principalmente francesi, importando oltre 25 château di Bordeaux, Borgogna, Champagne e altre aree vocate. Tra questi, Château Petrus, Champagne Delamotte, Château Miraval. Il tutto con etichetta 'Imported by Vineyard Brands'. La straordinaria storia di Serego Alighieri è intrecciata con quella dell'illustre poeta Dante Alighieri, di cui peraltro ricorre quest’anno il settecentesimo anniversario della morte. Tutto iniziò nel 1353, quando il figlio del Poeta, Pietro Alighieri, acquistò villa e terreni nel Casal dei Ronchi a Gargagnago. Da allora 21 generazioni di discendenti di Dante hanno dimorato e tuttora dimorano nella proprietà che oggi, con i suoi 120 ettari, risulta una delle più vaste della Valpolicella Classica. Negli anni Settanta i Conti di Serego Alighieri hanno iniziato a collaborare con il Gruppo Masi, in uno schema che è poi diventato una vera e propria joint venture per il supporto tecnico e distributivo, condividendo un grande amore per la terra e incarnando il vero spirito della Valpolicella. Situate a est del Lago di Garda e a pochi chilometri dalla città di Verona, le Possessioni di Serego Alighieri sono riferimento per la viticoltura e la vinificazione praticata e perfezionata nel corso dei secoli. I vigneti di Serego Alighieri, ubicati nella pregiata semivalle di Gargagnago e nelle colline circostanti, producono vini di personalità, complessità ed eleganza uniche, utilizzando uve autoctone della Valpolicella e vantando tre storici e celebri single vineyard: Casal dei Ronchi, Vaio Armaron e MontePiazzo.

La Tenuta si caratterizza dal punto di vista tecnico per l’uso del clone di uva 'Molinara Serego Alighieri', che la famiglia ha mantenuto gelosamente, custodendo alcune viti piantate all'interno della corte della villa nel 1875 e sopravvissute alla fillossera. Onorando le antiche tradizioni, le uve vengono sottoposte alla tecnica dell'appassimento su “arele” o graticci di bambù per concentrare gli aromi, mentre i vini vengono affinati in botti del tipo “fusto veronese” in legno di ciliegio, tramandando questa tradizione da generazioni. Serego Alighieri pratica la vitivinicoltura sostenibile, compreso l'utilizzo di fertilizzanti naturali, energia rinnovabile e attente tecniche di riciclo e riduzione dei rifiuti. Oggi il Gruppo Tecnico Masi si impegna a difendere l'antico, nobile ed esperto patrimonio enologico di Serego Alighieri. Le Possessioni di Serego Alighieri sono anche punto di riferimento per l'enoturismo in Valpolicella Classica: ai visitatori è offerta la possibilità di pernottare in Foresteria e una serie di attività tra cui tour nei vigneti, degustazioni, ricevimenti ed eventi esclusivi, acquisti nella cantina dello château. La tenuta è stata recentemente onorata del premio Best of Wine Tourism, promosso dall'organizzazione internazionale Great Wine Capitals; inoltre è stata riconosciuta come 'Best Location of the year 2020' da Food & Travel Magazine, prestigiosa rivista pubblicata in 14 Paesi

Abbonati a Luxury & Finance per continuare a leggere l'articolo