• Fashion

Prada amplia all'abbigliamento la proposta in nylon rigenerato

Il nylon rigenerato fa ingresso in una collezione di abbigliamento: è l'ampliamento di collezione Prada Re-Nylon, dopo la presentazione nella capsule 2019 di sei modelli classici di borse per uomo e donna. "Da oltre quattro decenni il nylon è stato l’emblema dell’innovativa concezione di lusso moderno, bellezza industriale e vita contemporanea di Prada. La collezione Prada Re-Nylon non è che un’evoluzione rivoluzionaria dell’iconico tessuto del marchio" spiega la maison, evidenziando che "Re-Nylon è un tessuto che può essere rigenerato all’infinito senza perdere di qualità, ecologico e sostenibile al 100%". Ecco dunque Il gabardine di nylon, tessuto su telai da seta e il nylon Piuma, fine e leggero che dà una sensazione al tatto che ricorda la seta. Entrambi sono stati reinventati in Re-Nylon, un tessuto completamente rigenerato e sostenibile. I capi fondono elementi sportivi con il lusso: soprabiti monopetto sartoriali con vestibilità slim per l’uomo, abiti slanciati da cocktail con gonna a ruota e cappotti cocoon per la donna. A queste proposte di genere si affiancano abbigliamento sportivo fluido, giubbotti imbottiti, pantaloni e pantaloncini a pois e t-shirt. Gli abiti sono caratterizzati da tasche frontali, fibbie e bretelle, un ibrido tra accessori e abbigliamento, in omaggio all’iconico zaino in nylon Prada del 1984 che segna la prima apparizione del nylon nel settore del lusso. L’abito, con queste lavorazioni riprese dallo zaino, riflette anche il concetto di riciclo e rigenerazione, della trasformazione del vecchio in nuovo, che è alla base della filosofia di Re-Nylon.

Oltre all’abbigliamento, la collezione presenta anche le prime calzature in nylon rigenerato utilizzato per creare sneaker alte e basse e nuove iterazioni di anfibi e scarpe Monolith. Anche la proposta degli accessori viene ampliata con cappelli, cinture e diversi modelli di borse per uomo e donna. Il materiale è generato attraverso un processo di depolimerizzazione, purificazione e trasformazione dei nuovi polimeri in filati, dando vita così a un nuovo tessuto. La scelta del filato Econyl per la collezione "contribuisce attivamente alla riduzione del riscaldamento globale fino al 90% rispetto all'utilizzo del filato di nylon vergine". Prada con Re-Nylon si propone di trasformare non solo i processi di produzione, ma anche la concezione di prodotto finale.

Abbonati a Luxury & Finance per continuare a leggere l'articolo