• Design

Snaidero cede la controllata tedesca a Bravat

Presenza in Germania attraverso Rational "non più strategica"

Snaidero cede a Bravat, con una operazione di asset deal, la controllata tedesca Rational. Lo annuncia il gruppo, specificando di avere ceduto le attività, le operazioni e i marchi Rationl, Regina e Mahlzeit by Rational.  L’accordo prevede che, per i prossimi tre anni, la produzione delle cucine Rational per il mercato tedesco continui ad essere effettuata nello stabilimento di Majano, in provincia di Udine, dove ha sede l’headquarter dell’azienda. Rational cucine, nata nel 1963, come filiale tedesca del Gruppo Rino Snaidero, produce e commercializza cucine su misura a livello internazionale, impiegando una cinquantina di addetti con un volume d’affari di circa 18 milioni di euro annui. Bravat è un marchio globale nato nel 1873 e conosciuto in tutto il territorio tedesco per il suo design sofisticato e prodotti di alta qualità. Dalle attrezzature per il bagno e accessori, la produzione di Bravat è andata ampliandosi negli anni fino alla realizzazione di sistemi per la tecnologia di costruzione di bagni e cucine. Snaidero ha ritenuto che "la presenza sul mercato tedesco, attraverso la controllata Rational, non fosse più strategica per il Gruppo a causa delle inutili ed inefficienti sovrapposizioni nella distribuzione sia retail sia contract a livello europeo e globale con il brand Snaidero". Questa vendita rappresenta, inoltre, "un forte e definitivo segnale di discontinuità rispetto alla gestione passata e consente di sostenere la crescita delle altre aziende e brand storici del Gruppo come Arthur Bonnet e Comera in Francia ed Eurocucina nel Regno Unito".

“Le cucine Snaidero - sottolinea l'ad Massimo Manelli - sono il simbolo dell’industria italiana nel mondo, un’eccellenza del made in Italy che affonda le sue radici nell’artigianalità e nella passione tutta italiana per il design e la qualità assoluta. L’operazione che abbiamo concluso con il gruppo Bravat consentirà di concentrarci sullo sviluppo, con rinnovata enfasi, del brand Snaidero a livello globale e dei marchi Arthur Bonnet e Comera, sul mercato francese, focalizzando sempre di più le energie del gruppo nella ricerca e proposta di prodotti unici, sintesi di funzionalità e sostenibilità, in grado di coniugare design, distintività e stile per offrire un prodotto cucina sempre più in grado di interpretarne i bisogni e le esigenze dei nostri clienti, incrementando al tempo stesso il nostro livello di servizio al mercato. Possiamo affermare che questa operazione segni uno spartiacque definitivo rispetto al passato e proietti il gruppo verso il futuro con forza”.

Abbonati a Luxury & Finance per continuare a leggere l'articolo