• Economy

Giornata di passione sulle piazze finanziarie mondiali

Anche l'ultima di ottava si preannuncia una giornata di passione sui mercati finanziari europei, dopo che ieri è crollata Wall Street con il Dow Jones che ha rotto il primo supporto basato sulla strategia di ritracciamenti Fibonacci. Il Dow Jones ha perso il 4,42% e si è portato a 25766,64 punti; lo S&P 5005 ha ceduto il 4,42% a 2978,76, mentre il Nasdaq ha segnato -4,61% a 8566. Tornando all'indice delle blue chips americane, con un calo di poco inferiore al 50% da dicembre 2018, ha rotto il supporto Fibonacci del 23,6% (il secondo è al 76,4%, mentre le serie dei ritracciamenti delle resistenze sono il 38,2%, il 50% e il 61,8%). A pesare è sempre il rischio che l'epidemia da coronavirus possa diventare una vera e propria pandemia con effetti globali sull'economia. Chiusura in calo per le piazze finanziarie cinesi insieme a tutte le Borse dell'Asia Pacifico. Dopo che il Nikkei 225 di Tokyo ha lasciato sul terreno il 3,67% accentuando le perdite sul finale di seduta, anche in Cina le vendite sono pesanti: Shangai -3,71%, Shenzhen -4,8%. Hong Kong termina in deciso ribasso (-2,55%)  A Seul il Kospi cede il 3,51%, mentre il Pse di Manila perde il 2,58%. Il Sensex di Mumbai (aperto) perde il 3,13%. L'Nzx neozelandese termina in calo dell'1,54% e l'S&P/Asx di Sidney -3,25%. 

Nel Vecchio Continente alle 10 il Ftse Mib milanese perde il 2,94% a 22.126, l'All Share cede il 2,89%; Francoforte segna -3,67%, Parigi -4,12%, Londra -3,53%. Tra le blue chips di Piazza Affari, pesanti gli industriali: Atlantia -4,3%, Buzzi Unicem -3,51%, StM -3,3%, Leonardo -4,59%. Male le banche, in partcolare Unicredit che lascia sul parterre -4,03%. Il comparto del lusso flette con Aeffe -2,09%, Tod's -3,1%, Moncler -1,99%, Salvatore Ferragamo -1,19%. Pesante il real estate con Covivio che perde il 3,61%, Risanamento -6,16%, Abitare In -2,04%. Positive Vincenzo Zucchi e Gismondi 1754. In Francia, moda in forte ribasso: Hermes -3,74%, L'Oreal -2,64%, Kering -3,47%, Lvmh -2,99%, Christian Dior -3,77%. A Francoforte sempre in calo Zalando che cede il 2,69% nonostante i buoni numeri rilasciati ieri relativi all'esercizio 2019; Hugo Boss -1,43%. Perde il 4,86 Burberry a Londra, mentre Asos cede il 4,96%. A Zurigo Richemont lascia sul terreno il 4,17%. Prada a Hong Kong ha terminato con una flessione del 2,5%.

Sul fronte obbligazionario sale lo spread tra Btp e Bund decennali tedeschi che si attesta 177,7 punti base con un rendimento dell'1,17%, dopo avere toccato i 183 bp. L'euro viene scambiato a 1,1 euro sul dollaro. Calano le quotazioni del petrolio con il Wti in consegna ad aprile che cede il 2,86% a 45,2 dollari e il Brent n consegna a maggio che perde il 3,67% a 49,8 dollari.

Abbonati a Luxury & Finance per continuare a leggere l'articolo
Banner-Adv
Banner-Adv